news

WPT, i ritratti dei campioni Vibor-A Martin Piñeiro e Maxi Grabiel

A un mese dall’inizio della nuova stagione World Padel Tour scopriamo chi sono i due portabandiera per la Vibor-A nel doppio maschile. Forza ed esperienza al servizio dei nuovi compagni di gioco

Da una parte la potenza e l’imprevedibilità di Martin Sanchez Piñeiro, dall’altra la tenacia e la lunga esperienza del “capitano” Maxi Grabiel.  A un mese dall’inizio di una nuova entusiasmante stagione targata World Padel Tour a Marbella, scopriamo i due giocatori Vibor-A che lotteranno, punto dopo punto, per aggiudicarsi il passaggio alle Master Final. Finalissime che, come abbiamo avuto già modo di raccontarvi, non saranno più ospitate a Madrid bensì a Barcellona.

 

Il giovane campione galiziano, classe 1992, scenderà in campo con la sua Copperhead al fianco di Alex Ruiz. Ad accomunarli una fame bestiale di risultati importanti, la consacrazione tra i top player del World Padel Tour. Entrambi lotteranno affinché i propri sogni diventino realtà: varcare l’ingresso del tunnel che li porterà al centro dell’arena per le finali, spinti dalle urla e dagli applausi di una folla in delirio. 

 

pineiro-alex-buona.jpgSi presenteranno al Master di Marbella sfoggiando potenza, intraprendenza e ambizione. A guardare le prime uscite e i primi allenamenti insieme i due hanno dimostrato grande affiatamento e voglia di riscatto. Per Martin il 2018, infatti, è stato un anno costellato di alti e bassi. Avrebbe dovuto giocare la stagione al fianco di una leggenda del padel spagnolo come Willy Lahoz ma poi, lungo il cammino, si è ritrovato per la terza volta accanto al suo amico Antonio García Diestro. A Buenos Aires ha messo a segno il risultato più sostanzioso, raggiungendo gli ottavi di finale. A Ruiz chiederà molto di più. Riusciranno insieme a salire sul podio?

maxi-grabiel-2-dieciseisavos-estrella-de-levante-murcia-open.jpgChi può vantare curriculum e palmares di tutto rispetto è sicuramente Maxi Grabiel, da tempo fedele alla sua Black Mamba Liquid. Il campione argentino, classe 1976, è di fatto il “capitano”, l’uomo carismatico del team Vibor-A con i suoi 20 anni di carriera alle spalle. Dopo aver preso parte a diversi Master Final, l’anno scorso non è riuscito a centrare l’obiettivo. Per questo, nel 2019, si affiderà a un altro veterano: il gigante Fernando Poggi, suo coetaneo. “Davide e Golia” dovranno trovare nuove idee e saper reinventare il proprio gioco se vorranno non solo resistere all’ondata dei talenti emergenti, ma anche imporre la propria legge sul campo da padel. E dimostrare allora di essere ancora all’altezza dell’elite World Padel Tour nonostante il trascorrere degli anni.

Dal quartier generale della Vibor-A, azienda leader nella produzione di racchette in carbonio, si scommette su questo eterno drive (giocatore di destra in spagnolo), in grado ancora di impressionare per il bel gioco espresso sulla pista

Nel 2018 insieme a Pablo Lijò, che giocherà il Campionato a squadre italiano con il Team Aniene, ha centrato due titoli Challenger a Villa de San Javier e a Madrid. Le soddisfazioni per Maxi non sono mancate, centrando in diverse occasioni i quarti di finale e rimanendo ancorato ai primi trenta del ranking WPT. Qualità, intelligenza e una straordinaria capacità di tirar fuori il meglio dal partner sono soltanto alcune delle virtù di questo instancabile fenomeno argentino.

 

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su