news

Padel post Natale, i consigli degli esperti per rimettersi subito in forma

Abbiamo intervistato tre professionisti del padel: un maestro del circuito Superpadel, un nutrizionista e un fisioterapista che vi spiegheranno come preparare al meglio la nuova stagione di padel bruciando le calorie assimilate durante le festività

natale cibo.jpgLasciato alle spalle il periodo delle festività, che probabilmente vi avrà visto protagonisti a tavola con abbondanti scorpacciate di buon cibo, è ora di rimettersi in forma e calcare nuovamente il manto sintetico dei campi da padel.

Se non avete giocato a padel durante le feste, quasi sicuramente vi sentirete appesantiti e affaticati nei movimenti. Riequilibrare la vostra dieta e riprendere gradualmente l’attività fisica divengono condizioni essenziali per affrontare la nuova stagione di padel ormai alle porte.

 

Perciò abbiamo intervistato tre professionisti del padel: il nutrizionista Daniele Belli, il fisioterapista Giorgio Centi e il maestro di padel Francesco Leone, attivo al circolo Area Sporting Club. Grazie ai loro preziosissimi consigli recupererete in breve tempo lo smalto perduto.

 

 

dieta mediterranea.jpgL’ALIMENTAZIONE

Tornare a mangiar sano e con regolarità è sicuramente il primo passa da compiere: durante le festività, infatti, si perde quello che Daniele Belli, dietista ed esperto in nutrizione sportiva, definisce equilibrio nutrizionale. “Questo è dovuto ai pasti più abbondanti e al grande numero di eventi culinari a cui prendiamo parte”, spiega il nutrizionista che poi sottolinea: “In quei giorni l’apporto di grassi, di carboidrati e di proteine può aumentare anche in modo esponenziale”. “Ma – avverte – a pesare sulla nostra forma fisica e sulla bilancia non è tanto la qualità di ciò che abbiamo mangiato, ma la quantità”.  L’aumento del peso, infatti, è dovuto principalmente all’assunzione di calorie.

belli.jpgIl riequilibrio della nostra alimentazione deve pertanto ripartire dalle verdure, in abbondanza e condite magari con olio extravergine di oliva; le porzioni di cereali devono essere invece contenute. “Scegliete per il vostro menu piatti dalle proprietà disintossicanti che vi aiutino a ritrovare l’equilibrio nutrizionale, bilanciando quel surplus calorico dovuto a pranzi e cene”.

“I pasti successivi alle grandi abbuffate – è il consiglio professionista nutrizionale – dovrebbero quindi privilegiare non soltanto le verdure, importantissime per ripristinare la flora batterica intestinale, ma anche carne ai ferri, legumi e cibi integrali”.

“Una corsetta al parco o una passeggiata di una mezz’oretta al giorno potrà sicuramente aiutarci a mantenere un equilibrato bilancio calorico. Se lo avete fatto anche durante le festività, vi potrete facilmente accorgere del giovamento”.

 

runing.jpgL’ATTIVITÀ FISICA

Se nelle settimane passate avete preferito la buona tavola alla forma fisica, è certamente sconsigliato “tuffarsi a bomba” in tornei o eventi di padel troppo impegnativi. È meglio un approccio più soft e graduale, affiancando alle vostre performance sul campo da padel allenamenti sia all’aria aperta sia in palestra. Il recupero della forma fisica, infatti, non può avvenire tutto insieme: come in altri sport similari, anche nel padel, fatto soprattutto di movimenti rapidi e repentini, con accelerate e frenate brusche, si può correre il rischio di sovraffaticare muscoli e articolazioni.

“Sarebbe ideale praticare attività volte al potenziamento muscolare che affianchino gli allenamenti e le partite perché il padel comporta delle sollecitazioni spesso unilaterali da riequilibrare con un potenziamento bilaterale”, è il consiglio del dietista Daniele Belli. A livello cardiovascolare è impossibile rinunciare alla corsa, da affiancare a esercizi di tonificazione muscolare come flessioni o squat.

DSC_0067.JPG“Prima di scendere in campo ricordatevi sempre di fare un ottimo riscaldamento a maggior ragione se siete assenti dai campi da padel da tanto tempo”, è il primo consiglio del fisioterapista Giorgio Centi. E quindi stretching, corsetta, allungo e qualche scatto.

“Sempre in fase di riscaldamento – aggiunge Centi – non vi scordate di riscaldare anche gli arti superiori, magari simulando qualche colpo a vuoto di dritto, rovescio e volee senza, quindi, colpire la pallina”.

“Per non sovraccaricare il vostro fisico, ricordatevi che è preferibile giocare a padel nelle ore calde della giornata: con le temperature basse il rischio di problemi muscolari può aumentare”, ammonisce il fisioterapista.

“Infine, all’inizio evitate di giocare a padel tutti i giorni: il rischio di sovraccarico è maggiore soprattutto per caviglie e ginocchia. L’ideale, soprattutto se non si è professionisti e si è rimasti lontano dai campi da padel a lungo, sarebbe giocare una o due volte a settimana”.

 

leone_2.jpgLE PARTITE DI PADEL

In ogni caso, non disperate: per tornare in forma e recuperare la sensibilità con la racchetta possono bastare anche solo tre sedute di allenamento in una settimana. Parola di Francesco Leone, maestro del circuito Superpadel all’Area Sporting Club e uno dei soci fondatori della Padel Rock.

“Quando si riprende a giocare, nel padel non bisogna mai scindere la parte tecnica da quella tattica e fisica: in questo sport sono elementi imprescindibili l’uno dagli altri”, avverte il maestro di padel che poi aggiunge: “Più partite o allenamenti? L’importante è giocare e divertirsi”. Ed è proprio il divertimento uno degli elementi chiave che hanno permesso a questo sport di decollare in poco tempo.

E in ottica di recupero della forma fisica, proprio all’Area Sporting Club è stata attivata la nuova APP PLAYPADEL grazie alla quale potrete prenotare campi da padel, trovare giocatori che come voi sono desiderosi di tornare a giocare a padel, prendere parte a lezioni o partite già aperte. Visitate il sito Superpadel per saperne di più.

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su