news

Cupra Fip Finals, a Cagliari l’atto conclusivo di una stagione di padel strabiliante

Domenica, con le finali maschile e femminile, si è concluso un anno importante per questo sport. Soprattutto nel femminile, con Pappacena-Sussarello che hanno saputo farsi largo fra i giganti del padel mondiale

Una stagione da ricordare per Giulia Sussarello e Chiara Pappacena. Con le semifinali raggiunte al Cupra Fip Finals di Cagliari, ultimo grande appuntamento di padel di questo 2020, per le due ragazze italiane si è chiuso un anno magico che le ha confermate ai vertici in Italia e a farsi largo, a suon di vittorie, in terra iberica.

Seppur sconfitte in Sardegna, l’ultima avventura le ha comunque viste uscire a testa alta dal campo da padel. A un passo da una storica finale sono state sconfitte 6-3 7-6 dalle spagnole Anna Cortiles Tapias e Jessica Castello, seconde favorite del seeding e numero 36 nel ranking mondiale. 

 

Con la cinque giorni del Cupra Fip Finals torna a Cagliari il grande padel internazionale dopo le tappe del Fip Star e del Sardegna Open, storica prima volta di un torneo targato World Padel Tour in Italia.

 

Domenica sono andate in scena le finali maschile e femminile. Ben tre delle quattro coppie protagoniste avevano passaporto spagnolo, una conferma della qualità crescente della scuola iberica come vi avevamo raccontato anche in occasione delle finali del Master Final WPT a Menorca. In palio 40mila euro, 20mila per categoria.

Sul campo centrale, allestito all’interno del Pala Pirastu, a iniziare i giochi sono state le donne con la portoghese Sofia Araujo e l’argentina Virginia Riera che hanno avuto la meglio sulle avversarie in appena un’ora e mezza di partita. Teste numero uno del tabellone e reduci dalle finali minorchine, Araujo e Riera si sono imposte in due set (7-5 6-2) sulle spagnole Anna Cortiles Tapias e Jessica Castello.

Per la coppia Araujo.Riera  è stata una stagione molto importante: oltre ad aver strappato il ticket per le finalissime World Padel Tour, hanno vinto il FIP Star Gran Canaria, raggiunto la semifinale al Vuelve Madrid Open e, per quattro volte, hanno centrato i quarti di un torneo WPT.

A vincere nel maschile sono stati gli spagnoli Juan Martin Diaz Martinez e Pablo Lijo Santos, padelisti fra i più amati e apprezzati in Italia. In quasi due ore di gioco hanno sconfitto per 7-6 6-3 i connazionali Fernandez Cano e Arturo Coello, terza coppia del seeding. Coppia che in semifinale avevano eliminato i numeri uno del torneo Javier Garrido e Juan Cruz Belluati.

20201220_IMG_20201220_WA0010.jpg

Juan Martin Diaz è, insieme a Fernando Belasteguin con cui ha fatto coppia, la “leggenda” del padel: n.1 del ranking mondiale dal 2001 al 2014, proprio insieme all’argentino, ha conquistato 170 dei 191 tornei disputati, rimanendo imbattuto per 21 mesi e vincendo 23 tornei consecutivi.

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su