news

Padel Day, una giornata di sport e solidarietà

L’evento, promosso dall’Asi e da Fabrizio Rostagno, si pone due obiettivi: scattare un’istantanea del movimento padel in Italia e devolvere parte del ricavato all’Airc. Coinvolti più di 40 circoli in 10 Regioni d’Italia

Per un giorno il padel si tingerà di rosa. A sostegno della ricerca scientifica dell’AIRC contro il cancro, infatti, il 28 maggio oltre 1.300 giocatori scenderanno in campo in più di 40 club d’Italia: si sfideranno in divertenti tornei dal carattere amatoriale in doppi maschile, femminile e misto. Parte della quota d’iscrizione sarà devoluta all’Associazione italiana per la Ricerca sul Cancro.

Grazie a una deroga del Comitato Paddle della Federazione Italiana Tennis potranno partecipare anche i classificati: l’evento non assegnerà loro dei punti validi per il ranking e non ci saranno montepremi da vincere. “La vera vittoria – ci racconta al telefono Fabrizio Rostagno, promotore del Padel Day e delegato per il settore Padel dell’ASI nazionale – sarà coinvolgere più giocatori possibili e raccogliere fondi a favore della ricerca”.

Accanto a neofiti, appassionati e professionisti del padel, giocheranno per il Padel Day tanti nomi illustri del mondo dello sport e dello spettacolo.

L’iniziativa è nata l’anno scorso per iniziativa di Rostagno con lo scopo di tracciare una prima linea e fotografare il movimento nel Belpaese. Rispetto alla passata edizione, però, questa volta l’imprenditore piemontese è riuscito a oltrepassare i confini territoriali e a coinvolgere diverse Regioni d’Italia – al momento sono dieci – anche grazie al supporto di quattro realtà attive in questo sport: oltre alla presenza istituzionale della Fit, stanno dando il proprio contributo il giornale online Padel Nostro, Paddlemania e Padel4fun. A livello mediatico ha già confermato la sua presenza SuperTennis, il canale digitale dedicato interamente al tennis e ora anche al padel.

17547000_1311695108909094_1159637425783930701_o.jpgOgni circolo coinvolto lavorerà in piena autonomia per quanto riguarda le organizzazioni del torneo e di possibili eventi collaterali. “L’anno scorso al Monviso Sporting Club – ci spiega Fabrizio Rostagno – si sono iscritti oltre cento giocatori. All’evento di gala, promosso sempre a scopo benefico, hanno partecipato più di 500 persone, il che ci ha lasciato estremamente soddisfatti”.

Il format del torneo consisterà in due fasi: la prima sarà a gironi, la seconda a eliminazione diretta. Si entrerà nella gabbia vestiti completamente di rosa, il colore che da sempre simboleggia la lotta dell’Airc contro i tumori. Le coppie vincitrici di ogni categoria, a cui se ne aggiungerà una ripescata, avranno il piacere e l’onore di difendere i colori del proprio club nelle finalissime che si disputeranno a Riccione dal 9 all’11 giugno.

Per prender parte all’iniziativa i circoli avranno tempo fino al 30 aprile e dovranno garantire almeno 15 coppie pronte a sfidarsi. I partecipanti e i club interessati avranno la possibilità di realizzare dei video, delle pillole, in cui presentarsi, spiegare i motivi della loro partecipazione al Padel Day e lanciare così messaggi di solidarietà. Le clip saranno poi condivise sui principali social network.

“Il Padel Day – conclude Rostagno – nasce con lo scopo di fotografare il percorso compiuto da questo sport fino a oggi. Rappresenta per tutti un punto di arrivo ma anche di ripartenza, un momento di riflessione voluto per contare le realtà attive e i praticanti e, soprattutto, capire meglio dove si potrà arrivare”. E quest’anno il Padel Day aggiunge un ulteriore tassello sposando la ricerca dell’Airc.

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su