news

Estate sui campi da paddle, i consigli per viverla al meglio

Giocare la sera è sempre raccomandabile. Ma per gli intrepidi che scelgono le ore diurne, è necessario prendere alcuni accorgimenti così da poter affrontare la calura estiva al meglio, proteggendosi da brutte sorprese

Ormai ci siamo. Con l’arrivo della bella stagione e l’allungamento delle giornate, i circoli segnano ogni giorno il “tuttoesaurito” sui campi da paddle. Perciò può capitare che, non essendoci più ore prenotabili in serata, qualcuno si debba arrischiare a giocare sotto il solleone. E in questi casi si troverà ad affrontare il nuovo (ulteriore) avversario: la calura.
La colonnina di mercurio segna temperature scoraggianti, l’afa ci indebolisce e l’umidità ci toglie il fiato. Sarebbe davvero un peccato rinunciare al paddle proprio in questi mesi più belli.

Per questo abbiamo interpellato medici e fisioterapisti: vi daremo alcuni utili consigli per "sopravvivere” sui campi da paddle senza rinunciare a prestazioni al top.

 

La disidratazione

DSC_0482.JPGÈ forse uno degli aspetti più delicati: quanto devo bere? Quando? Bisogna ricorrere agli integratori? Il consiglio principale è di bere tanti liquidi quanti se ne sono persi con la sudorazione durante il gioco: questo vuol dire, indicativamente, che per ogni ora di partita si dovrebbe bere circa 1/2,5 litri di liquidi.
Se il liquido è freddo viene assorbito molto più velocemente dal nostro corpo e poi, ovviamente, rinfresca di più: se abbiamo in programma di trascorrere del tempo sui campi da paddle con il caldo, è sempre meglio tenere i nostri liquidi al fresco, magari dentro una borsa termica piena di ghiaccio.
Attenzione anche a quando bisogna bere: l’ideale sarebbe ricorrere all’acqua o a liquidi con integratori idrosalini solo quando si inizia ad avvertire la sete. Per questo prima entrare nella gabbia, meglio evitare alcol e caffeina: concedersi qualche drink la sera prima del match aumenta i rischi di disidratazione. Lo stesso discorso si può fare anche per il caffè: magari evitiamo di prendere la nostra solita tazzina mattutina.

 

Il vestiario

DSC_0302.JPGPochi potrebbero farci caso, ma scegliere l’abbigliamento più consono prima di scendere sui campi da paddle può aiutare a proteggerci dal caldo. È infatti molto importante far traspirare la pelle se si vuole rimanere freschi. Esistono magliette e pantaloncini in tessuto traspirante (che evita di farci surriscaldare) e con inserti in rete, come potete notare per le nuove collezioni di Vibor-A distribuite da Superpaddle. Per proteggersi dal sole sarebbe buona cosa anche indossare un cappellino con visiera.

 

In campo

DSC_0198.JPGI match nelle ore calde del giorno possono essere un vero e proprio shock per il nostro corpo. L’adattamento del corpo alla calura comporta uno sforzo notevole per il sistema cardiocircolatorio. Il volume di sangue pompato dal cuore in un minuto può infatti raggiungere valori 4 volte superiori a quelli di base. Le alte temperature riducono inoltre la nostra capacità di compiere lavoro muscolare perché una parte di esso è già impegnato nel mantenere l’equilibrio termico del corpo.
Perciò può risultare molto utile utilizzare la borsa per il ghiaccio. Se posizionata nelle zone dove passano le principali arterie (ad esempio le ascelle o l’inguine), riusciremo a raffreddare il corpo più velocemente e a spingere il flusso sanguigno verso i nostri muscoli. Un’altra soluzione potrebbe essere quella di mettere del ghiaccio nell'asciugamano. Secondo alcune ricerche pubblicate, infatti, raffreddare le mani con questo metodo può permettere al giocatore di continuare a fare esercizi duri più a lungo. In più si ha anche la possibilità di rinfrescarsi la faccia, il collo e le braccia usando lo stesso asciugamano pieno di ghiaccio.

 

L’alimentazione

DSC_0009.JPGFrutta e verdura saranno i veri protagonisti della nostra tavola. È consigliabile consumare piccoli pasti, come un pomodoro e una mozzarella, un po’ di bresaola, anche un pezzetto di pane con del prosciutto o un gelato, alimenti che permettono una digestione veloce, sono ricchi di acqua biologicamente presente, unita a una combinazione di nutrienti, sia vitamine sia minerali, che permettono al nostro organismo di reintegrare continuamente l’energia dispersa attraverso il sudore prodotto sui campi da paddle.

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su