news

Differenze tra paddle e tennis

Paddle e tennis sono sport simili, ma non uguali. Le differenze principali? La struttura e la dimensione del campo, la pallina, la racchetta, le regole per la battuta

Nonostante siano due sport molto simili, tra paddle e tennis ci sono differenze sostanziali, a cominciare dalle dimensioni ridotte del campo. Questa caratteristica consente prima di tutto ai giocatori di aver una minor porzione di spazio da ricoprire, rendendo così più accessibile la disciplina anche ai meno allenati.

In secondo luogo, le pareti delimitanti il fondo campo e i tratti laterali fanno parte dell'area di gioco: quindi se la palla, dopo aver toccato una volta terra, rimbalza su tali pareti rimane ancora "giocabile", finché non tocca terra una seconda volta, e può esser respinta con la racchetta. Anche questa agevolazione abbassa la soglia di difficoltà per i giocatori meno esperti.

Altro elemento di distinzione fondamentale è rappresentato dalla battuta, che nel paddle deve essere sempre realizzata "dal basso" , cioè la palla deve essere colpita con la racchetta non al di sopra dell'altezza della cintura.

In ultima istanza, cambiano gli strumenti del gioco: racchetta e pallina, infatti, sono diverse rispetto a quelle del tennis. La prima, nel paddle, è senza incordatura e le dimensioni sono di circa 45 cm di lunghezza, 25 cm di larghezza massima e 35-38 millimetri di spessore. La sfera è invece più leggera e dalla minore pressione, così da garantire un maggior numero di scambi.

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su