news

Come si gioca a paddle

Fin dalle sue origini, il paddle nasce come una disciplina votata al doppio: quattro persone sul campo, due per squadra

Il paddle è uno sport che si gioca in doppio con due atleti per squadra. Come quasi ogni gioco di racchetta, il campo è diviso da una rete. Ma, a differenza del tennis, i quattro lati del terreno sono delimitati da pareti, facenti parte dell'area di gioco, che consentono alla pallina di rimbalzare in modo regolare.

Se la palla, dopo aver toccato a terra, rimbalza sulla parete avversaria resta ancora giocabile fino a quando non cade definitivamente.

Il giocatore al servizio deve trovarsi in posizione diagonalmente opposta all'area di battuta del suo avversario. Se nel tennis il servizio avviene dall'alto, nel paddle avviene dal basso dopo un primo rimbalzo della palla al quale segue il colpo con la racchetta.

La sfera di gioco non può toccare direttamente né le pareti avversarie, né la maglia metallica e non può rimbalzare due volte sul pavimento, se questo avviene è punto per l'avversario. La palla può essere colpita al volo in maniera diretta o dopo il  rimbalzo dalla propria parete.

Entrambi i giocatori di una squadra non possono colpire simultaneamente la palla e non possono toccarla più di una volta nella risposta. Se la palla colpisce il corpo dell'avversario si commette, fallo, questa può toccare solo la racchetta, il campo e le pareti.

Il sistema di assegnazione dei set, dei game e dei punti è identico a quello del tennis.

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su