news

Assoluti Outdoor, grande spettacolo al Sun Padel Riccione

Fino al 30 agosto i migliori padelisti d’Italia lotteranno punto su punto per aggiudicarsi uno dei più importanti tornei della stagione. Poi si volerà a Cagliari per l’Open World Padel Tour

Al Sun Padel di Riccione è tempo di grandi match. Come da tradizione, ad agosto è la Riviera romagnola a divenire il palcoscenico del grande padel. Si stanno infatti giocando in questi giorni gli Assoluti Italiani outdoor, uno dei quattro grandi appuntamenti di questa stagione insieme al campionato di Serie A, al circuito Slam e alla prima tappa italiana del World Padel Tour.

Campioni in carica sono Luca Mezzetti e Michele Bruno nel maschile e Giulia Sussarello e Chiara Pappacena nel femminile. Soprattutto sul versante “rosa” sarà davvero tosta per le avversarie riuscire a strappare lo scettro dalle mani della coppia numero uno d’Italia. Con la ripartenza dei tornei, Giulia e Chiara stanno dimostrando grande affiatamento, tecnica e solidità in campo. Tanto da conquistare importanti vittorie e il rispetto delle avversarie spagnole all’interno del World Padel Tour, il prestigioso circuito riservato ai professionisti. Circuito che, come vi abbiamo raccontato, arriverà per la prima volta nel Belpaese: dal 6 al 13 settembre sarà Cagliari la città che si trasformerà, per una settimana, nell’Olimpo del padel internazionale.

190903 riccione padel campioni italiani doppio m e doppio f.jpg

Oltre al maschile e femminile, il torneo romagnolo prevede un tabellone per i doppi misti. Rispetto alla grande rivoluzione targata WPT, con l’introduzione del “Gold Point” soprattutto per motivi televisivi, gli Open nazionali continuano a svolgersi secondo tradizione: due set su tre con tie-break sul punteggio di sei game pari. Nel misto, invece, il terzo set sarà disputato con tie-break a dieci.

Il 30 agosto saranno decretati i vincitori di questo secondo appuntamento di stagione e scopriremo se i “defender” saranno riusciti a tenersi strette le coppe, confermando l’ottimo stato di forma.

Per i migliori, però, ci sarà poco tempo per riprendere fiato: dovranno impacchettare vestiti e racchette da padel per volare a Cagliari, dove avranno la ghiotta occasione di entrare nella storia del padel mondiale giocandosi, in casa, la tappa del primo Open “made in Italy”.

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su