news

Nutrizione: anche la dieta vegana è indicata per il padel?

Tanti gli esempi nel mondo del professionismo sportivo, ma spesso, per arricchire il regime alimentare dei vegani sono necessari integratori alimentari. Con le dovute accortezze

A leggere le diverse indagini pubblicate sui principali giornali scientifici, il numero dei vegan in Italia è triplicato nell’ultimo anno, passando dall’1 al 3% della popolazione. Più che di moda o tendenza, concordano gli esperti, si deve parlare di una nuova tendenza o regime alimentare. Tra di loro, ci possiamo scommettere, si nasconderà qualche appassionato di padel.

 

Non potevamo dunque sottrarci da una domanda che riguarda da vicino gli sportivi: è sconsigliato seguire una dieta vegan quando si gioca a padel?

 

seguir-dieta-vegana-y-jugar-al-padel.jpgDa sempre le due fazioni dei carnivori e dei vegetariani cercano di difendere con le unghie e con i denti le proprie ragioni, sollevando dubbi e perplessità fino a condizionare l’opinione pubblica. Il ritornello che sentiamo spesso recitare sull’alimentazione, fondamentale per prestazioni al top, è che gli sportivi devono mangiare carne e prodotti caseari, ricchi di proteine, per assicurarsi il fabbisogno energetico quotidiano. 

Esistono, però, delle diete “alternative” in grado di garantirci il necessario apporto giornaliero d’energia. Ne sono una testimonianza i campioni del tennis. Alcuni di loro, infatti, sono stati costretti a cambiare dieta per necessità di salute, come nel caso di Novak Djokovic. Il tennista serbo ha smesso di mangiare glutine optando per cibi vegetali (ha persino aperto un ristorante vegano). Un altro caso? Venus Williams, afflitta dalla sindrome di Sjögren, ha variato la sua alimentazione, basata ora su alimenti Omega 3 vegetali come cereali, legumi, verdura, frutta, semi, noci. Anche sua sorella Serena ha sposato i principi del veganismo. 

lewis.jpgSi potrebbero fare tanti altri esempi di campioni dello sport – e non solo del tennis – che hanno rinunciato a mangiare carne e prodotti di derivazione animale, ottenendo grandi risultati. Un nome tra tutti? Carl Lewis, il velocista soprannominato “Figlio del vento”.

Secondo i nutrizionisti che hanno stilato le diete per questi campioni, noci, riso integrale, cereali, mandorle sono ottime fonti per l’assunzione di proteine, vitamine e persino grassi di qualità. Soia e alghe possono essere dei validi sostituti della carne, ricchi anch’esse di proteine. Sono questi, in definitiva, i prodotti su cui si basa la dieta vegana, rafforzata dal consumo mirato di verdure e frutta come la banana. 

Non facciamoci ingannare però dalla credenza che “se possono i professionisti, allora possiamo anche noi”. Prima di legare lo sport a una dieta vegana, è indispensabile consultare il proprio medico e nutrizionista di fiducia. Sono tantissime le variabili da tenere sotto controllo e considerare onde evitare di privarci del necessario supporto energetico giornaliero.

soja.jpgDobbiamo pertanto essere sicuri di ricevere tutti i nutrienti e le vitamine richieste dal nostro corpo. È possibile ricorrere anche agli integratori alimentari, ma fate tesoro delle raccomandazioni dell’Efsa (European Food Safety Association), l’agenzia europea per la sicurezza alimentare. Secondo quanto pubblicato sul loro sito, “gli integratori alimentari sono fonti concentrate di nutrienti o di altre sostanze con effetto nutritivo o fisiologico che servono a integrare la normale dieta. Gli integratori possono essere usati per correggere carenze nutrizionali o mantenere un adeguato apporto di determinati nutrienti. Tuttavia, in alcuni casi, l'eccessiva assunzione di vitamine e minerali può essere dannosa o causare effetti indesiderati; è pertanto necessario stabilire livelli massimi per garantirne un impiego sicuro”.

integratori-alimentari-fanno-male.jpgOggi ben 32 milioni di persone in Italia ricorrono agli integratori alimentari, secondo un recente studio della Federsalus, l’Associazione nazionale produttori e distributori di prodotti salutistici. E sulla stessa lunghezza d’onda dell’Efsa naviga l’associazione italiana che avverte: “Gli integratori alimentari, specie con l’arrivo dell’estate, all’interno di un corretto stile di vita e di una dieta bilanciata possono dare un aiuto a superare i mesi che per temperature sono i più impegnativi dell’anno, ma non sono pillole magiche”. Perciò è possibile giocare a padel seguendo una dieta vegana e ricorrendo anche agli integratori, ma attenzione perché sono prodotti che vanno consumati in un contesto razionale di sano stile di vita e dieta bilanciata.

 

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su