news

Jaén Open, il primo banco di prova outdoor per i campioni World Padel Tour

Il tabellone principale è arrivato nelle fasi clou: da oggi partono gli ottavi. Domenica ci saranno le finali maschile e femminile. Scopriamo insieme i motivi di un torneo imperdibile per tutti gli appassionati

Cala il sipario sulle due strepitose settimane al Foro Italico tra Torneo Nazionale, finali del Campionato a squadre e Internazionali Fip 1000, e si riaccendono nuovamente i riflettori sul grande padel targato World Padel Tour. I professionisti della pala saranno impegnati fino a domenica nell’Alisea Ledus Jaèn Open che vedrà i finalisti del maschile e femminile scendere in campo la domenica. Appuntamento, come è ormai da tradizione, sul web ma anche sulle televisioni spagnole.

 

Fino al 26 maggio la città andalusa diverrà il tempio del padel mondiale con un tabellone che, al momento della redazione dell’articolo, ha già raggiunto gli ottavi di finale. In attesa di vedere i titani contendersi il titolo, scopriamo i cinque motivi che rendono la quinta tappa WPT imperdibile per tutti gli amanti dello sport

 

Schermata 2019-05-22 alle 20.35.53.pngIn Andalusia Marta Marrero si presenta da regina del torneo, scalzando di una manciata di punti la diretta rivale Majo Alayeto. Ma non è la prima volta che la campionessa canarina si presenta da leader: era già accaduto nel 2016. A distanza di tre anni, però, a lottare insieme a lei per la supremazia ci sarà la talentuosa Marta Ortega che in Italia è particolarmente apprezzata dalle nuove generazioni di atlete.

Sul versante maschile continua, invece, la marcia trionfale dell’inossidabile coppia formata da Sanyo Gutierrez e Maxi Sanchez. Sulle loro spalle un ricco bottino di tre titoli conquistati su quattro. Il pubblico de la plaza tiferà ancora una volta per loro, detentori del torneo nel 2018? Se la forma psico-fisica non mente, sarà veramente dura scommettere contro questa coppia di giganti del padel mondiale.

Rispetto alle passate edizioni, la girandola di coppie sia nel maschile sia nel femminile ha prodotto match equilibrati e dall’esito incerto. Un’iniezione di cui, forse, il principale circuito di padel a livello internazionale aveva bisogno. E sembra essere stata una decisione premiante perché, a ben vedere, non c’è stata mai lotta così aspra per guadagnare punti e prime posizioni in classifica. 

Schermata 2019-05-22 alle 20.35.13.pngDopo le tappe di Marbella, Logroño, Alicante e Vigo, l’appuntamento nella città di Jaén segna un gradito ritorno ai match outdoor. Certo, ad aprir la finestra la bella stagione tarda ad arrivare almeno in Italia. Ma nella calda e assolata Andalusia, per fortuna nostra e del pubblico pagante, il torneo prosegue a ritmi serrati. L’Open sarà per tutti i giocatori un ottimo terreno di prova per testare il nuovo stile di gioco (come abbiamo visto in diversi articoli le condizioni climatiche influiscono anche pesantemente sul padel praticato all’aria aperta) e affinare le armi in vista di Valladolid, Bastad, Lisbona e Messico.

Infine, come alcuni di noi hanno potuto vedere in foto o nei filmati, Jaén è una città affascinante, suggestiva, “da cartolina”. Il campo principale è stato montato ai piedi della storica cattedrale dell'Assunzione. Un ambiente unico e grandioso che ha trasformato la gabbia di padel in un luogo mozzafiato per tutti gli appassionati di padel. 

 

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su