azienda

WPT, dal 2018 dei record al nuovo anno ricco di novità

La passata stagione si è chiusa con un aumento vertiginoso di spettatori e follower sui canali social. Nel 2019 si mescolano le carte per tentare di alzare ancora di più l’asticella

Schermata 2019-01-15 alle 20.39.55.pngPer il World Padel Tour il 2018 è stato un anno da incorniciare. A brillare, soprattutto, è stato l’evento principe del padel mondiale, le Master Final di Madrid che, con i suoi 24.172 spettatori registrati in appena quattro giorni, hanno frantumato ogni aspettativa. Tanto che, a buon diritto, gli organizzatori hanno parlato di “record storico” e “tutti pazzi per il padel”. 

Ma non sono gli unici dati importanti che hanno infiammato la passata stagione: a seguire le partire dei campioni WPT sono stati ben 225.000 spettatori, un bel 15 per cento in più rispetto al 2017; sui piccoli schermi di tv e computer, invece, hanno incollato i propri occhi oltre 23 milioni di persone (+42% rispetto all’anno precedente); sui canali social del World Padel Tour ci sono stati quasi 109 milioni tra visualizzazioni e interazioni.

Nella divulgazione del padel a livello internazionale ha giocato un ruolo anche l’Italia. Dopo il successo passato delle trasmissioni televisive dedicate a questo sport, infatti, anche per il 2018 la Supertennis ha garantito la copertura mediatica delle tappe World Padel Tour. Il canale satellitare ha affidato il commento a due voci esperte, Luca Fiorino e Sebastiano Sorisio.

“Il padel ha nel suo DNA l’elemento della spettacolarità e perciò si presta perfettamente a essere trasmesso in tv”, spiega al telefono Sorisio, maestro della Superpadel. “E dirò di più: rispetto al tennis ha il vantaggio di non aver bisogno di inquadrature a campo lungo; meno profondità e più visuale sulle azioni”.

sorisio.jpgPrima di riagganciare, il maestro della Superpadel ci affida una riflessione a voce alta: “Per migliorare questo sport a livello mediatico e tecnico occorrerebbero degli accorgimenti: l’introduzione del replay, un numero maggiore di telecamere, l’applicazione del killer point e del tiebreak finale al posto del terzo set”. Proprio la rivoluzione che ha già toccato in parte il mondo del doppio tennistico.

Ma cosa succederà nel 2019 al più importante circuito professionistico? A parte le nuove tappe che si vanno ad aggiungere a un calendario già colmo di eventi (tra le new entry citiamo il Brasile), vale la pena soddisfare qualche curiosità in merito alle coppie 2019. Un valzer pirotecnico che ha coinvolto nomi importanti nel maschile e nel femminile. 

Iniziamo la carrellata di talenti partendo dall’esperienza di Maxi Grabiel. Il capitano del marchio Vibor-A, di cui la Superpadel è distributore ufficiale per l’Italia, alla veneranda età di 43 anni continuerà a far parlare di sé sui campi da padel. Al suo fianco si schiererà il coetaneo Fernando Poggi.

Schermata 2019-01-14 alle 19.56.24.pngAnche l’altro giocatore della Vibor-A, Martin Sanchez Piñeiro, cambierà compagno affidandosi ad Alex Ruiz. Con una discreta stagione padelistica alle spalle, entrambi cercheranno di scalare velocemente il ranking WPT.

Scissione per la coppia Martin Diaz e Juan Lebròn che, dopo la bellissima esperienza alle Master Final, seguiranno percorsi differenti. Alla Madrid Arena i due si erano ritrovati a giocare insieme regalando tanto spettacolo e divertendosi a rovesciare qualche pronostico. Ora Martin sarà il destro di Agustin Tapia mentre Juanito sarà la spalla di Paquito Navarro, irriconoscibile al torneo madrileno. 

Fari puntati sulla coppia “anomala” perché Lebròn sarà costretto a presidiare la destra: dovrà creare le condizioni per i colpi esplosivi di Paquito, genio e follia del padel. Riuscirà a far dimenticare l’ex compagno Sanyo Gutierrez? Intanto quest’ultimo si gode il compagno Maxi Sanchez con cui è salito sul gradino più alto del podio.

Schermata 2019-01-14 alle 19.53.53.pngUno degli addii “più dolorosi” di questo 2019 ce lo ha riservato, però, la coppia formata da Juan Mieres e Miguel Lamperti. I due fuoriclasse hanno deciso, di comune accordo, di seguire altre strade per salire sul tetto del padel mondiale. Entrambi faranno ricorso alla tecnica e freschezza di due giovani: il primo avrà Alejandro Galan alla sinistra, il secondo invece metterà il suo micidiale smash a disposizione di Lucho Capra.

Tentano la sorte anche Cristian Gutierrez e Ramiro Moyano. Il loro biglietto da visita? Qualità, estro, potenza e ambizione.

arianalejandra-774x517.jpgSul versante femminile anche le giocatrici WPT si sono divertite a mischiare e scombinare le carte, a cominciare dalle campionesse di Madrid Marta Marrero e Alejandra Salazar. La prima scatenerà il suo micidiale rovescio al fianco di Martita Ortega, mentre la seconda sarà la solida spalla di Ariana Sanchez. Da tenere sott’occhio saranno sicuramente le due “Martas”: esperienza da una parte, gioventù e imprevedibilità dall’altra.

Schermata 2019-01-15 alle 20.44.44.pngMolti interrogativi li solleva la coppia Galan-Iglesias: giocatrici entrambe di sinistra, chi si sacrificherà sulla destra? I rumors indicherebbero proprio la campionessa di Siviglia, ma avrà da lavorare parecchio per adattarsi velocemente al suo nuovo ruolo. Più certezze e margine di crescita potranno essere dimostrati da Mari Carmen Villalba, numero 19 del circuito femminile, e da Veronica Virseda, numero 28 e atleta Vibor-A. 

Anche per la prossima stagione, quindi, gli amanti del padel potranno dormire sonni tranquilli: il rimescolamento delle coppie sarà un motivo in più per godersi match spettacolari e imprevedibili. A preoccuparsi dovranno essere i giocatori detentori del titolo: Bela-Lima e Gutierrez-Sanchez nel maschile e le sorelle Alayeto nel femminile. Noi, come sempre, vi racconteremo le emozioni tappa per tappa, “puntazo dopo puntazo”.

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su