news

Dagli Europei ai Mondiali Juniores, l’Italia del padel alle grandi manovre

Nell’era della presidenza Carraro il Belpaese mette a segno l’importante colpo di ospitare un’edizione del Campionato Europeo. Intanto prosegue l’attività di Marcelo Capitani nel ruolo di selezionatore degli Under che schiererà ai prossimi Mondiali Juniores

Sarà l’Italia a ospitare i prossimi Europei di padel in programma dal 3 al 9 novembre 2019. La presidenza Fip di Luigi Carraro premia dunque l’impegno e il programma del Comitato Padel, confermando il ruolo chiave del Belpaese nello sviluppo di questo sport. Uno sviluppo che, secondo la più recente fotografia scattata dall’istituto federale, conta oltre 1.000 campi distribuiti in 19 regioni e 7mila agonisti. A loro dobbiamo aggiungere circa 30mila praticanti che vi giocano più o meno periodicamente.

 

Nell’attesa di conoscere la città deputata a ospitare l’XI edizione del Campionato Europeo – sarà questione di pochi giorni – la bella Italia dello sport mette dunque a segno un altro importante colpo dopo l’assegnazione delle Olimpiadi a Milano e Cortina, continuando a far sognare i suoi milioni di appassionati.

 

europei.jpgCome ha rivelato in una recente intervista, il sogno del neo presidente della Federazione Internazionale di Padel, Luigi Carraro, è di portare il padel al riconoscimento di disciplina olimpionica, già a partire da Parigi 2024. Ma perché ciò avvenga sono necessari alcuni passaggi importanti come ci spiegò qualche anno fa l’allora numero uno della Fip Daniel Patti.

Poche settimane prima la città spagnola di Castellon sarà invece teatro dei Mondiali Juniores, in programma dal 14 al 20 ottobre. Oltre al tricolore italiano, nella provincia della comunità autonoma di Valencia sventoleranno le bandiere di altri 15 Paesi. A selezionare gli Under 14, 16 e 18 da portare in terra iberica sarà Marcelo Capitani coadiuvato da Stefano Pupillo e Sara D’Ambrogio, collaboratori dell’Istituto Superiore di Formazione Roberto Lombardi. Alla fine, tra gli oltre 200 atleti tesserati, soltanto 8 donne e 8 uomini (più 2 riserve per i doppi maschile e femminile) staccheranno il biglietto per i Mondiali Juniores.

foto_menores.jpgCome ha dichiarato in una nota lo stesso ct della Nazionale, “abbiamo una lista di almeno 20 ragazzi, ma contiamo di proseguire con l’attività. Rispetto ai mondiali di due anni fa a Malaga mi rendo conto che il livello è cresciuto tanto. Ci sono le basi per fare un ottimo lavoro, abbiamo in programma di organizzare più raduni”.

Marcelo Capitani ha poi confermato le impressioni positive sul movimento italiano di padel: “Non so quali risultati otterremo sul campo, ma penso che saremo molto competitivi. Noi comunque vogliamo ragionare a lungo termine, il percorso che abbiamo intrapreso ci porterà ad accorciare le distanze rispetto agli altri grandi”. Una distanza che già con i senior si sta riducendo grazie alle prestazioni top di giocatrici come Chiara Pappacena, Giulia Sussariello, Carlotta Casali o di giocatori come Simone Cremona, Dennis Cattaneo, Michele Bruno o Lele Fanti.

 

 

Per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di profilazione.
Il sito consente anche l‘invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione.
Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando nella navigazione acconsenti all‘uso dei cookie.
chiudi-menu
seguici su